venerdì 17 novembre 2017

Cervello e sessualità. Il prof. Carrara integra la questione

Roma, via Po, martedì 7 novembre 2017, ore 19:00. Il prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del Gruppo di ricerca in neurobioetica e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani ha presentato la questione neurobioetica relativa a “cervello e sessualità”. Clicca qui per seguire la presentazione PREZI del prof. A maggio del 2016 il prof. Carrara è intervenuto come esperto di neuroetica e neuroscienze al prestigioso Brain Forum “Ha un sesso il cervello?” di cui si può rivedere la video-registrazione su vimeo cliccando qui.
Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, il luogo comune che si nasconde dietro a questa frase slogan ad effetto ha trapassato i secoli, anzi, i millenni della storia dell’umanità e, non poche volte, ha prodotto discriminazioni, ingiustizie, abusi, violenza, in poche parole, oscurità e mancanza di un autentico sviluppo umano. Il “luogo comune” è l’opposizione inconciliabile tra donna e uomo, meglio, tra donne e uomini (perché l’uomo in generale e la donna in generale non esistono se non come categorie, bensì esistono gli uomini e le donne concreti). 

mercoledì 15 novembre 2017

Alberto Magno, protettore dei neuroscienziati e neurobioeticisti!

San Alberto Magno
Alberto Carrara. Molto probabilmente i 2/3 degli esseri umani, e dentro quel terzo che resta, la maggior parte dei cristiani, e un buon numero di cattolici, sono ignari che oggi, 15 novembre, si celebra un gran santo e dottore della Chiesa (Papa Pio XI, 1931), un gran teologo, un gran filosofo, un gran scienziato e Patrono dei cultori delle scienze naturali (16 dicembre 1941, Papa Pio XII): Alberto della nobile famiglia Bollstadt, vissuto tra il 1200 e il 1280, detto “magno” per la vastità (oggi diremo, per l’interdisciplinarietà) del suo sapere. Per una breve storia clicca qui.

Vorrei solo soffermarmi sul fatto che: se è il patrono dei cultori delle scienze naturali e se, tra le scienze della natura, le neuroscienze oggi ne sono un settore rilevante, allora, Alberto Magno è il patrono dei neuroscienziati, dei cultori di neuroscienze, e perciò dei neurobioeticisti!

4 priorità neuroetiche per neurotecnologie e AI

Nature 551, Nov 9 2017, 159-163
Alberto Carrara. Nell’ultimo numero della rivista Nature (Nature 551, Nov 9 2017, 159-163), il neuroscienziato e professore di scienze biologiche presso la Columbia University Rafael Yuste e la filosofa e bioeticista della Washington University Sara Goering, sono i firmatari (principali ma non esclusivi) di un lungo commento di 5 pagine relativo all’etica delle emergenti tecnologie applicate alla vita dell’essere umano (l’etica delle tecnologie fa parte della filosofia della tecnologia che, a sua volta, si situa all’interno del vasto contesto della filosofia della scienza e della natura). “Quattro priorità etiche per le neurotecnologie e per AI” (Four priorities forneurotechnologies and AI) è il titolo originale, 

martedì 14 novembre 2017

Ethical priorities for neurotechnologies and AI

Alberto Carrara. In a more recent comment on Nature journal, neuroscientists and bioethicists (neurobioethicists) call for regulations and ethical guidelines in developing and applying neurotechnologies and artificial intelligence programs (Nature 551, Nov 9 2017, 159-163). Four are the main areas of interest and threat: 1. individual privacy 2. personal identity 3. autonomy or agency and 4. equality (potential for social inequalities). Read more here. More comments on this page soon. 

lunedì 13 novembre 2017

Bioetica, questione ambientale ed ecologia umana

Il prof. Carrara con la copia del recente volume
Tra le recenti pubblicazioni della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, segnaliamo il volume 'Bioetica, questione ambientale ed ecologia umana' frutto di un corso estivo di perfezionamento in Bioetica dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA). 
Tra i capitoli del libro, quello del prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del Gruppo di Neurobioetica e Fellow della stessa Cattedra UNESCO intitolato: La mente animale e la mente umana sul "tavolo" delle neuroscienze (pp. 69-95). Per ordinare una copia clicca qui. Una presentazione PREZI del prof. Carrara sull'argomento si trova cliccando qui; mentre sulla rivista Studia Bioethica (IX/3, 2016) è stato pubblicato un secondo articolo, clicca qui

giovedì 9 novembre 2017

15 anni di Neuroetica: tre grandi “neuroeticisti” ne fanno un bilancio

Alberto Carrara

Il primo incontro di neuroetica: allora ed oggi” (The First Neuroethics Meeting: Then and Now). Così si intitola l’ultimo speciale che la rivista Cerebrum della DANA Foundation ha pubblicato lo scorso 31 ottobre volendo festeggiare l’anniversario dei 15 anni dalla “nascita canonica” di quel contesto di riflessione interdisciplinare sulle neuroscienze, sulle sue applicazioni ad ogni fase della vita umana e sulle sue interpretazioni che oggi si conosce con il neologismo “neuro-etica” (neuro-ethics) coniato da Alma Annaliese Pontius nel 1973. Il gruppo di neurobioetica ha celebrato a maggio di quest'anno quest'anniversario con un convegno interdisciplinare che può essere rivisto dal canale YouTube del GdN.

Tre grandi nomi della neuroetica globale, tre “neuroeticisti” (per utilizzare il neologismo coniato da R. Cranford nel 1989) hanno fatto un bilancio sugli sviluppi di questa disciplina. Jonathan D. Moreno, Patricia Smith Churchland e Kenneth F. Schaffner, tre degli oltre 150 esperti che nel 2002 si riunirono a San Francisco (14-16 maggio) per il primo congresso mondiale di neuroetica, hanno voluto condividere su Cerebrum il percorso che la neuroetica ha compiuto lungo questi 15 anni (2002-2017). Non solo un bilancio del cammino affascinante ed estremamente dinamico di ricerca compiuto sull’organo più misterioso dell’universo che è il nostro cervello, ma i tre neuroeticisti hanno anche proiettato le loro riflessioni verso il futuro della neuroetica abbozzando i nuovi scenari per i prossimi 15 anni (2018-2032).  

The First Neuroethics Meeting: Then and Now

It wasn’t until 2002 that more than 150 neuroscientists, bioethicists, doctors of psychiatry and psychology, philosophers, and professors of law and public policy came together to chart the boundaries, dene the issues, and raise some of the ethical implications tied to advances in brain research. On the 15th anniversary of the Neuroethics: Mapping the Field conference in San Francisco, we asked three of the original speakers to reflect on how far the neuroethics field has come in 15 years—and where the field may be going in the next 15. Red more here.

mercoledì 8 novembre 2017

Neurogenomics from the Catholic tradition

MD Anderson Cancer Center di Houston, USA,
November 14-16th, 2016

Alberto Carrara. There was a time in which genes played a central role in scientific and popular scenarios. Now it is the time of another principal character: the human brain. More than 10 years ago, prominent neuroscientist Steven Rose portrayed with these words the raise of the so call ‘golden neurocentric age’… read more here.

Studia Bioethica: sfide bioetiche in Neurogenomica

Pubblicato l’ultimo numero monografico della rivista Studia Bioethica (X/3,2017) dedicato alle sfide bioetiche in Neurogenomica da una prospettiva interreligiosa e multiculturale curato dal prof. P. Joseph Tham, L.C. 
Questa pubblicazione è il parziale frutto del 5° Workshop e Conferenza Internazionale di Bioetica, Multiculturalità e Religione, organizzato dalla Cattedra UNESCO di Bioetica eDiritti Umani, svoltosi presso il MD Anderson Cancer Center di Houston, USA dal 14 al 16 novembre 2016

lunedì 6 novembre 2017

Il cervello vulnerabile delle baby miss: nuova sfida per la neuroetica

Alberto Carrara

Sabato 28 ottobre a Taranto, in occasione della presentazione del libro-denuncia di Flavia Piccinni “Bellissime” che svela cosa si nasconde dietro il mondo delle baby miss, all'interno dell'evento sulla Bellezza promosso dalla Brain Research Fondazione onlus, nel mio intervento ho cercato di applicare la riflessione interdisciplinare della neuroetica al particolare e concreto contesto portato a galla dalla Piccinni.
Partendo da alcuni cenni sulla definizione di neuroetica e di neuroestetica, ho brevemente illustrato la genesi e lo sviluppo del sistema nervoso, e in particolare del cervello, dalla nascita alla sua ‘piena’ maturità. 

venerdì 3 novembre 2017

Healthy ageing domani il G7 side event del Besta a Milano

Domani, invitato dalla dott.ssa Matilde Leonardi, il prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del GdN e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani di Roma parteciperà al prestigioso G7 Side Event - INNOVAZIONE E RICERCA PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO - Nuove domande per la ricerca e nuove risposte dall’innovazione. Il programma è disponibile cliccando qui.
“La finalità di questo G7 side event, coordinato e organizzato dalla nostra Fondazione,” dice Alberto Guglielmo, Presidente della Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta, “è quella definire il ruolo importante della ricerca per favorire un invecchiamento sano ed attivo della popolazione, tenendo conto che, anche l’innovazione, farà la differenza per la vita degli anziani. Il G7side event prenderà in considerazione da diversi punti di visita, epidemiologico, politico, etico, economico, la questione dell’Healthy ageing, che è stato discusso anche durante l’ultimo G7 in Giappone l’anno scorso. I risultati dell’evento saranno di supporto al vertice del G7 con dati e temi incentrati sulla ricerca e l’innovazione. Per il Neurologico Besta il G7 side event rappresenta inoltre l’inizio delle iniziative che proseguiranno per tutto il 2018, anno durante il quale celebreremo i nostri 100 anni di storia dalla nostra Fondazione”.

giovedì 2 novembre 2017

Primo Caffè scientifico BRFonlus sulla bellezza a Taranto: i video


Prendendo spunto dalla recente pubblicazione Bellissime di Flavia Piccinni, la Fondazione Onlus Brain Research (BRFondazione onlus) ha organizzato il suo primo caffè scientifico interdisciplinare dal titolo: “La bellezza fra psicologia, psicopatologia, teologia e filosofia”, che si è svolto con successo sabato 28 ottobre dalle 18 alle 20 nel Salone degli Specchi del Municipio di Taranto. Ecco i due video della serata tra neuroscienze, psichiatria, filosofia e teologia: un vero e proprio "laboratorio" di neuroetica!

Neuroscienze cliniche e neurofeedback si interfacciano con l’idea del trapianto di testa: il video


Venerdì scorso,27 ottobre, si è svolta a Roma, presso l’APRA-UER la tavola-rotonda del gruppo di ricerca in neurobioetica (GdN) intitolata ‘NEUROSCIENZE CLINICHE E NEUROFEEDBACK SI INTERFACCIANO CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’. Ecco la video-registrazione dell’evento tratta dal canale YouTube GdN Neurobioetica.

lunedì 30 ottobre 2017

Neuroscienze cliniche e neurofeedback si interfacciano con l’idea del trapianto di testa

Da destra il Magnifico Rettore, Pedro Barrajon e
il coordinatore del GdN, Alberto Carrara
Venerdì scorso, 27 ottobre, si è svolta a Roma, presso l’aula Master dell’APRA-UER la tavola-rotonda del gruppo di ricerca in neurobioetica (GdN) intitolata ‘NEUROSCIENZE CLINICHE E NEUROFEEDBACK SI INTERFACCIANO CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’. Il video dell’evento è disponibile sul canale YouTube GdN Neurobioetica.
Nell’aprire i lavori, il Magnifico Rettore della UER, prof. P. Pedro Barrajón, L.C. ha sottolineato l’importanza e rilevanza della riflessione interdisciplinare relativa alle frontiere delle neuroscienze e delle più sofisticate neuro-tecnologie applicate ad ogni fase della vita dell’essere umano. Il Magnifico Rettore ha preso le mosse dal recente caso mediatico relativo all’attribuzione della cittadinanza ad un programma di intelligenza artificiale (A.I.), chiamato Sophia, da parte del re dell’Arabia Saudita (‘the first robot citizen’, notizia del 26/10/2017).

sabato 28 ottobre 2017

Caffè scientifico BRFonlus sulla bellezza oggi a Taranto

Il primo caffè scientifico della Fondazione BRF Onlus arriva a Taranto: il focus sulla bellezza per un dialogo fra psicologia, psichiatria, teologia e filosofia. L’appuntamento è per questo pomeriggio, sabato 28 ottobre, ore 18 a Taranto, nella Sala degli Specchi del Municipio. La scrittrice tarantina Flavia Piccinni, osservando i bambini e soprattutto le bambine impegnate nelle sfilate di Pitti moda, ha avuto l'idea che ha generato Bellissime, libro appena uscito per la casa editrice Fandango. Prendendo spunto da questa recente pubblicazione, la Fondazione Onlus Brain Research ha indetto un incontro dal titolo: “La bellezza fra psicologia, psicopatologia, teologia e filosofia”, che si terrà sabato 28 ottobre alle ore 18,00 nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città a Taranto. Durante la serata, oltre all'autrice del libro, interverranno: Alberto Carrara, Donatella Marazziti, Armando Piccinni, Guido Traversa e Claudio Bonito. L'evento si svolgerà con il patrocinio della Regione Puglia, assessorato all'industria del turismo e della cultura, dei Presìdi del Libro e del Presidio del Libro di Taranto Rosa Pristina. Continua a leggere qui.

giovedì 26 ottobre 2017

Neuroscienze cliniche e neurofeedback sul trapianto di testa

TAVOLA-ROTONDA
NEUROSCIENZE CLINICHE E NEUROFEEDBACK 
SI INTERFACCIANO CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA
27 ottobre 2017, ore 17:00, aula Master (1° piano)
via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma

Neuroscienze. Quale spazio per la libertà e responsabilità

È stato pubblicato il numero monografico Speciale: Neuroscienze. Quale spazio per la libertà e responsabilità (Anno VI n.6 – Settembre-Ottobre 2017) della Rivista Bioetica News Torino, Rivista del Centro Cattolico di Bioetica. 

L’editoriale offre la panoramica e il contesto al volume che conta con i contributi in ordine di: Mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino; l’introduzione al convegno del prof. Giorgio Palestro, Presidente del Centro Cattolico di Bioetica e le due relazioni principali: quella del prof. Riccardo Torta su Il libero arbitrio e le neuroscienze. L’inquadramento scientifico e quella del prof. P. Alberto Carrara, L.C. su Dalle neuroscienze alla neuroetica: per unalibertà più umana. Leggi tutto il volume cliccando qui.

mercoledì 25 ottobre 2017

A Legionary in the Papal Bioethics Academy

Regnum Christi Web site. Fr Alberto Carrara LC, a professor at the Legion’s Regina Apostolorum University in Rome, was just named to the Pontifical Academy for Life. He sat down and answered a few questions for about his work on the Academy and elsewhere. Fr Alberto, you were just named to the Pontifical Academy for Life. What is that and what does it mean to be a member?... read more here.

Neurobioetica: ponte tra neuroscienze, filosofia ed etica - II parte


Seconda parte della 'giornata di neurobioetica' impartita dal prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del gruppo di neurobioetica (GdN) e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani sabato scorso, 21 ottobre, all'interno del Master di I livello in Consulenza filosofica ed antropologia esistenziale. Insieme al video si può seguire la presentazione PREZI che appare sullo sfondo cliccando qui

Neurobioetica: ponte tra neuroscienze, filosofia ed etica - I parte


Prima parte della 'giornata di neurobioetica' impartita dal prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del gruppo di neurobioetica (GdN) e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani sabato scorso, 21 ottobre, all'interno del Master di I livello in Consulenza filosofica ed antropologia esistenziale (APRA-UER). Insieme al video si può seguire la presentazione PREZI che appare sullo sfondo cliccando qui

lunedì 23 ottobre 2017

Il gene del delitto: video della tavola-rotonda


Roma, 20/10/2017. Video-registrazione della tavola rotonda sul neurodiritto del gruppo di neurobioetica (GdN). Introduce e modera: Alberto Carrara, L.C.
Sono intervenuti: il Magnifico Rettore dell'UER, prof. P. Pedro Barrajon, L.C., l'avvocato Alessandro Continiello, Tania Cerasella, Avvocato del Foro di Roma, Antonella Frizilio, Giudice presso il Tribunale di Pisa e Mons. Giovanni Vaccarotto, per anni difensore del vincolo e giudice del Tribunale della Rota Romana. Durante la tavola-rotonda è stato presente l’autore del volume, l’avvocato penalista Alessandro Continiello.
La prossima lezione del Corso in Neurobioetica si terrà venerdì 27 ottobre 2017, ore 17:00, aula Master (1° piano).

sabato 21 ottobre 2017

Neurobioetica: ponte tra neuroscienze, filosofia ed etica. Un'intera giornata APRA-UER

Oggi all'APRA, giornata sulla neurobioetica guidata dal prof. P. Alberto Carrara, L.C. Il Master di I livello in Consulenza filosofica ed antropologia esistenziale dedicherà oggi un modulo all'emergente tematica interdisciplinare relativa alla neuroetica. Segui la presentazione PREZI del prof. Carrara cliccando qui. Segui dal Canale YouTube di Cons Fil.

mercoledì 18 ottobre 2017

Tavola rotonda: “Il Gene del Diritto”

Il 20 ottobre 2017 dalle ore 17:00 presso Aula Master - Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Durante questa tavola-rotonda sarà presente l’autore del volume, l’avvocato penalista Alessandro Continiello che ringrazio per la professionalità e disponibilità. Sarà possibile seguire in diretta streaming attraverso il nostro canale YouTube. Info qui.

sabato 14 ottobre 2017

Neurobioetica e Transumanismo, sintesi della prima lezione

Riprendiamo la sintesi di Giulia Bovassi relativa alla lezione d'apertura del 29 settembre 2017 del Corso di Perfezionamento in Neurobioetica, “Neurobioetica e Transumanismodell'Ateneo PontificioRegina Apostolorum

AbstractSi è svolta nel pomeriggio di venerdì 29 settembre la lezione d'apertura al primo Corso di Perfezionamento in Neurobioetica, Neurobioetica e Transumanismo, dal titolo “Post e trans-umano: una questione antropologica”. L'intero programma dedicherà i suoi appuntamenti  all'approfondimento del tema principale, considerandone proficua l'interdisciplinarità. L'avvio dei lavori ha gettato le basi per un rapido confronto con problematiche scientifiche calde e attuali, insieme agli interrogati etici, antropologici, che le accompagnano.

Direttore della Cattedra UNESCO
in Bioetica e Diritti Umani
Venerdì 29 settembre alle ore 17:00 ha preso avvio, presso l'Aula Magna dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA), il primo Corso di Perfezionamento in Neurobioetica, Neurobioetica e Transumanismo, inaugurato con una tavola rotonda d'apertura, presieduta da P. Alberto Carrara, coordinatore del Corso, nonché del Gruppo interdisciplinare di ricerca in Neurobioetica (GdN). Un primo incontro dal titolo “Post e trans-umano: una questione antropologica”, introdotto dal Direttore della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, il giurista prof. Alberto García, il quale ha messo in luce la natura stessa dell'iniziativa accademica e, insieme, l'urgenza di ripristinare un dibattito, in questo intreccio fitto fra innovazione tecnologica e culturale, sulla valenza terapeutica delle applicazioni a confronto con un tema molto dibattuto quale lo human enhancement, dibattito che richiede la collaborazione di discipline fra loro interconnesse nelle insenature del Postumano.  

mercoledì 11 ottobre 2017

Accompanying Life in a Trans- and Post-Human Era

Alberto Carrara
new member of the Pontifical Academy for Life (PAV)

Accompanying Life, New Responsibilities in the Technological Era was the theme of 2017 Annual Meeting of the new and reformed Pontifical Academy for Life (PAV) that was held in Rome October 5-7. The Assembly took place in the Paul VI Hall with 153 PAV scholars from 37 countries of five continents.

A creative and positive spirit moved the reflection that took into examine how best to accompany human beings at every stage of life in our era that is significantly influenced by technology, especially neuro-technology and robotics.

Most of the workshop’s speakers considered the widespread movement called Trans- and Post-Humanism. This contemporary challenge needs to be analyzed not in a reductionist context, but instead, in its natural inter-relational environment: human life “is not an assembly code, but is the attitude to live interpersonal relationships between man and woman” (Bishop Vincenzo Paglia,Oct. 5th).

martedì 10 ottobre 2017

Coscienza e libertà tra filosofia e neuroscienze

Prof. P. Alberto Carrara con il volume della
rivista Studia Bioethica dedicato alla
coscienza tra mente e cervello (2012)
Prende il via all'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA, Facoltà di Filosofia) il quinto corso Coscienza e Libertà tra Filosofia e Neuroscienze del prof. P. Alberto Carrara. 
Sin dai tempi più remoti, il tema della coscienza e del suo rapporto con la libertà umana ha coinvolto l’interesse dei migliori pensatori. Oggigiorno, mentre da una parte vengono confermati i risultati neuroscientifici condotti, sin dagli anni settanta, da Benjamin Libet, dall'altra si diffonde un clima scettico relativo alla coscienza personale e alla libertà d’azione. Alcuni neuroscienziati arrivano a concludere che queste peculiarità dell’essere umano, altro non sarebbero che mere illusioni funzionali, frutto dell’ingegno evolutivo del nostro cervello. Si diffonde il movimento denominato Willusionism. Nel 2012, il prof. Carrara ha organizzato un evento della Brain Awareness Week su Coscienza tra mente e cervello i cui atti sono stati pubblicati in un numero monografico della rivista Studia Bioethica scaricabili qui.  

lunedì 9 ottobre 2017

Develop a new and enthusiastic anthropological synthesis for our technological era

Alberto Carrara
new member of the Pontifical Academy for Life (PAV)

The 23rd Plenary Assembly of the Pontifical Academy of Life (PAV), was held in The Vatican City October 5-7. It was a “special” assembly because it was the first meeting of the new 153 academicians (sholars), coming from 37 countries, appointed after the reform of the Roman Curia willed by Pope Francis.
Novelty and change, of course, but in continuity with a story that dates to 1994.

The novelty is to be found in a “double logic of enlargement and deepening” (Mgr Vincenzo Paglia, opening speech, October 5), that is, of inclusion and of a courageous dialogue in the interweaving of opportunities and criticalities that intercepts planetary humanism, in reference to the recent technological developments of the sciences of life. The power of biotechnology, which already allows manipulations of life until yesterday unthinkable, poses tremendous questions” (Pope Francis, speech addressed to PAV members October 5).

domenica 8 ottobre 2017

Elaborare una nuova ed entusiasta sintesi antropologica per l’era tecnologica

Città del Vaticano, aula del Sinodo
5 ottobre 2017, 12:00
di Alberto Carrara
nuovo membro della Pontificia Accademia per la Vita

Dal 5 al 7 ottobre si è svolta la 23esima Assemblea plenaria dei membri della Pontificia Accademia per la Vita, la PAV. Un’assemblea “particolare”, perché è stato il primo incontro dei nuovi 153 accademici, provenienti da 37 Paesi, nominati nel marco della riforma della Curia Romana voluta da Papa Francesco. Novità e cambiamento, certamente, ma nel segno della continuità con una storia che rimonta al 1994. Novità nella “duplice logica dell’allargamento e dell’approfondimento” (Mons. Vincenzo Paglia, discorso di apertura, 5 ottobre), cioè dell’inclusione e del dialogo coraggioso nell'intreccio “di opportunità e criticità che interpella l’umanesimo planetario, in riferimento ai recenti sviluppi tecnologici delle scienze della vita. La potenza delle biotecnologie, che già ora consente manipolazioni della vita fino a ieri impensabili, pone questioni formidabili” (Papa Francesco, discorso ai membri della PAV del 5 ottobre).

Gli Accademici italiani insieme al
Presidente Mons. Vincenzo Paglia
Le tre giornate hanno incluso un workshop a porte aperte di una giornata dal tema “Accompagnare la vita. Nuove responsabilità nell’era tecnologica”, come pure diverse sessioni a porte chiuse di riflessione dei nuovi membri accademici. Temi nuovi ed emergenti hanno compreso: la neuroetica, le neuroscienze e neuro-tecnologie applicate alla coscienza, la robotica, il transumanesimo e il postumanesimo, l’editing genetico umano.

martedì 3 ottobre 2017

Post e trans-umano: una questione antropologica - video


Video della tavola-rotonda interdisciplinare del Gruppo di Neurobioetica (GdN) ‘Post e trans-umano: una questione antropologica’ svoltasi a Roma il 29/09/2017. Ad introdurre i lavori, il Direttore della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, il giurista, prof. Alberto García. Sul nostro sito web è disponibile una sintesi e una galleria fotografica dell’evento.

lunedì 2 ottobre 2017

Post e trans-umano: una questione antropologica - report

Roma, 2 ottobre 2017
Venerdì scorso 29 settembre si è svolta la prima tavola-rotonda del nostro percorso di ricerca, pubblicazione e formazione 2017/2018, che ha avuto per titolo ‘Post e trans-umano: una questione antropologica’. L’evento ha avuto una buona partecipazione. Ad introdurre i lavori, il Direttore della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, il giurista, prof. Alberto García La video-registrazione è disponibile sul nostro canale YouTube GdN Neurobioetica.
Sul nostro sito web è disponibile una sintesi e una galleria fotografica dell’evento.

giovedì 28 settembre 2017

Post e trans-umano: una questione antropologica

Il 29 settembre 2017 dalle ore 17:00 presso Aula MAGNA - Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, la TAVOLA-ROTONDA ‘POST E TRANS-UMANO: UNA QUESTIONE ANTROPLOGICA’. Intervengono: Claudio Bonito  ‘Post-umanesimo: questione antropologica’; Alberto Carrara, L.C. ‘Il Progetto Immortalità 2045: dal corpo transumano al trapianto di testa’; Giulia Bovassi  ‘Quanto è troppo? La liquefazione dell’identità per la solidità di molti possibili’. Leggi di più...

martedì 26 settembre 2017

Premio “Ragione Aperta”: la neurobiologia della morale al primo posto!

di Alberto Carrara

Quest’oggi all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA, aula Master, 1° piano) e all’Università Europea di Roma (UER), si sta svolgendo un importante incontro interdisciplinare, un vero e proprio “laboratorio neuroetico”. Ad aprire i lavori dell’intera giornata, la prima vincitrice del prestigioso Premio “Ragione Aperta” (Razón Abierta 2016; 100.000 euro suddivisi in 4 premi da 25.000 euro ogni anno) promosso dall’Università Francisco de Victoria (UFV, Madrid, Spagna) e dalla Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger.

La dottoressa Darcia Narvaez, dell’Università Notre Dame, Indiana (USA), professoressa di psicologia, esperta in sviluppo della moralità dalla prospettiva evoluzionistica, ha vinto il concorso 2016 “Ragione Aperta” con la pubblicazione della sua ricerca condensata nel volume di 456 pagine intitolato: Neurobiology and the Development of Human Morality: Evolution, Culture and Wisdom (W. W. Norton & Company, 2014; pubblicazione all’interno della serie: Norton Series on Interpersonal Neurobiology).

sabato 23 settembre 2017

Una task force europea per un modello standard di funzionamento del cervello

Science Photo Library / AGF
di Alberto Carrara

“Researchers unite in quest for ‘standard model’ of the brain” - Alla ricerca di un modello standard per le neuroscienze (traduce Le Scienze). È questo il titolo di presentazione dell’ultima task force europea che mira a superare le attuali “crisi” in ambito neuroscientifico e far compiere alla ricerca quel “salto” necessario e auspicato per una miglior comprensione della struttura e funzionamento del nostro organo più importante: il cervello.
Il 19 settembre sulla rivista Nature è stato pubblicato un interessante articoletto sotto la categoria “news”. A firmarlo è Alison Abbott, Senior European Correspondent, da Monaco (Munich), farmacologa presso l’Università di Leeds, per anni editor della rivista Trends in Pharmacological Sciences, collabora con la rivista Nature sin dal 1992 occupandosi di politica europea nei confronti della scienza, in particolare, della biologia, biologia molecolare e neuroscienze. Il testo della Abbott è stato ricorretto su Nature il 21 settembre ed è disponibile open access. La rivista italiana Le Scienze lo ha tradotto integralmente ed è disponibile col titolo Alla ricerca di un modello standard per le neuroscienze.